auto
on the road logo

VOGLIO ANDARE A VIVERE IN CAMPAGNA

baffo

Nord, Sud, Ovest, Est… e forse quel che cerco neanche c’è.
Max Pezzali è sempre nel mio cuore, ma soprattutto nelle mie orecchie.
Questa volta, però, la musica non c’entra. Tranquilli: non mi sono persa di nuovo.

È solo che con tutta questa natura attorno si finisce per sentirsi un po’ smarriti,
ma più metaforicamente in questo caso. Dopo giorni di viaggio,
ho proprio voglia di chiudere la cartina e lasciarmi guidare dall’istinto.

Paura, eh?

cartello



Ok dall’istinto e… dalla mia co-pilota! Menomale che c’è lei.
È solo grazie alla sua energia se, alla fine di questo itinerario, potremo alzare
il pollicione al cielo in segno di missione compiuta.

Qui a Usigliano di Lari, però, la vedo più taciturna del solito, come fosse persa
nei suoi ricordi. È come se tutta questa natura, quella della macchia come
la chiamano da queste parti, la riportasse indietro nel tempo.

Mi viene in mente che un po' di tempo fa la 1000 Miglia, passando dalle campagne intorno a Pisa, transitava anche su strade sterrate.

Che poi non vi ho ancora raccontato che Estra, la mia co-pilota, è nata a pochi chilometri da qui. Poi, crescendo, ha cominciato un viaggio straordinario che l’ha portata… vabbè questa è un’altra storia che, se avrete voglia, vi racconterò un’altra volta.

quotes

Il mio viaggio? Beh diciamo che proseguivo su un rettilineo a ritmo dritto
e velocissimo, poi ho inchiodato di colpo per fare un’inversione a U

Quanto mi piace l’incipit della storia di Paolo Parisi! Sarà che i sognatori sono da sempre
i miei personaggi preferiti. Dai tempi di Aladin, intendo. E chi è più sognatore di un
venditore che, all’apice della sua carriera, decide di mollare tutto e ricominciare da zero?

quotes

“Avevo 28 anni, ero nel pieno del successo. Poi è successo qualcosa.
È come se avessi avuto una crisi di benessere.
Un giorno ho preso un cavallo, ho fatto una passeggiata in campagna.
E poi basta: non ho più smesso di tendere a questo stile di vita”

note
quotes

Voglio andare a vivere in campagna,
voglio la rugiada che mi bagna

Voglio ritornare alla campagna
voglio zappar la terra e fare legna

È la prima volta che incontro qualcuno che lo ha fatto. Per davvero, dico.
Quelle giornate in cui pensi di mollare tutto e ricominciare da zero le abbiamo tutti.

Ma chi ha il coraggio di dare seguito alle proprie parole e mettere in pratica il piano B?
Paolo lo ha avuto. Non storcete il naso: siamo lontano anni luce dai soliti cliché.
Non è mica fuggito in Costa Rica a servire cocktail a base di frutta tropicale in un chiringuito sulla spiaggia! E no: ha scelto di ripartire dalla terra, quella in cui affondano le radici di tutto.

quotes

“Ho deciso di vivere in campagna, senza avere il benché minimo progetto.
Ho deciso di vivere in campagna senza avere il benché minimo progetto. Mi sono arrabattato per una decina d’anni per riuscire a dare un nuovo senso alla mia vita.
Ho fatto di tutto all’inizio, anche il pastore. Sono stato per i pascoli insieme a 900 pecore per giorni e giorni. ”

Io non sono una persona cinica. Lo giuro. E questa premessa è d’obbligo
visto che sto per confessarvi una cosa che forse un po’ stride con il tono quasi fiabesco di questa storia.
Ormai comunque avete imparato quanto sono schietta e quindi con voi voglio essere sincera:
HO FAMEEEEEEEEEEE. Ma proprio tanta. E mi è venuta non appena Paolo
ha cominciato a raccontarmi la nascita del suo agriturismo.

gallina
quotes

A un certo punto io e mia moglie abbiamo aperto una situazione ristorativa
in mezzo al bosco. Mia moglie cucinava. Io la aiutavo e servivo ai tavoli.
Eravamo aperti solo su prenotazione, con un menu fisso di 12 portate.

Ed ecco come è nato l’agriturismo Le Macchie.
Ma non distraiamoci: eravamo rimasti al mio grido affamato.
Oh, io mi butto: «Paolo, scusami, non è che mi faresti assaggiare qualcosa?».

Detto, fatto. Credete che non lo sappia? Lo so eccome che non mi avete mai invidiato così tanto! E sapete cosa vi dico? Fate bene! Questo UOVO ASSOLUTO è una vera delizia…

uovo
quotes

L’uovo assoluto è la ricetta ideata da Paolo Parisi quale esempio di genuinità e di purezza di gusto.

Siete pronti con la lista della spesa? Per realizzare questa ricetta vi occorrono 1 uovo, 50 ml d’olio, 25 gr di parmigiano, pepe e pane.

on the road passport
scopri il protagonista


Sulla scelta dell’uovo, nessun dubbio. Parisi è titolare di un’azienda agricola nel Pisano dove alleva galline nutrite con latte di capra. E pare sia proprio questo il segreto per avere un uovo dal sapore speciale.

quotes

“Il complimento più bello me lo ha fatto un bambino, mi ha detto: questo uovo è più buono perché sa più di uovo.
Oggi abbiamo gamberi che non sanno di nulla, formaggi che non sanno di nulla: una grande delusione.
Ogni cibo ha una sua identità gustativa che però negli alimenti che ci propone il mercato non c’è.
Potrei dirti che ha delle sensazioni aromatiche che ricordano la mandorla, che è più dolce, ma queste
sono elucubrazioni che, per carità, possiamo anche fare. La sostanza è che sa di uovo in maniera intensa,
è carico di sapore ed è più buono. Ha la sua identità”

tegame
quotes

ll mio uovo è davvero meraviglioso: ne sono fiero. Non ha mai odori sgradevoli,
è leggero, più saporito, rende morbidi ed elastici gli impasti e quando viene montato incorpora tre volte l’aria delle uova normali.

Quanto mi sento Antonella Clerici in questo momento.
Tre, due uno: datemi un grembiule. Comunque, a proposito di televisione,
oltre che ai fornelli Paolo è un fuoriclasse anche lì. Se vi dicessi Chef Rubio?
Parisi ha partecipato al suo programma “I re della griglia” che va in onda su DMAX
ed è il primo talent italiano dedicato all'arte del barbecue.


Vi lascio con un dubbio esistenziale.
È nato prima l’uovo o la gallina.
(Ma quanto sono simpatica?)
tv

Dev card logo 240 350 sxvvgq
 
Dev card logo 240 350 sxvvgq
 
Dev card logo 240 350 sxvvgq
Dev card logo 240 350 sxvvgq
Dev card logo 240 350 sxvvgq
Dev card logo 240 350 sxvvgq

Ascolta la colonna sonora del nostro viaggio!

IO E LA MIA CO-PILOTA DELL'ENERGIA

Non essere triste mia energica co-pilota.
Vero: stiamo per lasciare la Toscana. Falso: stanno per finire le avventure da vivere insieme.
Quindi stiamo pronte e non abbassiamo la guardia.
Come ci ricorda una delle mie canzoni preferite, il meglio deve ancora venire.

L’energia è un viaggio straordinario.
Gas, luce e servizi innovativi: verso il futuro con te.

www.estra.it